SEZIONI NOTIZIE

A mente fredda - Cosa non ha funzionato con il Monza e cosa c'è da salvare

di Gerardo De Ioanni
Vedi letture
Foto

Dopo il buon pre- campionato, il Benevento di Inzaghi ha steccato la prima gara ufficiale della nuova stagione. A preoccupare non è tanto, o meglio non è soltanto, la sconfitta rimediata da una squadra di categoria inferiore, sebbene costruita per andare in B, ma piuttosto come questa è maturata.

 A mente fredda, cerchiamo di capire cosa non ha funzionato contro i brianzoli e cosa c’è da salvare.

L’ASPETTO TATTICO – Il sistema di gioco o il modulo, come dir si voglia, è sicuramente uno degli aspetti più oggetto di analisi nelle ultime ore. Inzaghi ha dal primo momento scelto il 4-4-2 (4-2-4 in fase di possesso), come vestito migliore per il suo Benevento. Un sistema di gioco che come sappiamo dà tanto in fase di attacco ma può essere molto pericoloso perché, se non interpretato nel migliore dei modi, ti espone alle ripartenze avversarie che possono rivelarsi sanguinose.

A dire il vero, però, nel corso della pre-season i giallorossi avevano dato l’impressione di aver metabolizzato bene il nuovo sistema di gioco, come dimostrato dal ruolino di marcia estivo che conta tutte vittorie e un solo gol subito (nella vittoria per 2-1 contro il Napoli). Prestazioni che avevano relegato in un angolino i dubbi e le perplessità sulla scelta tattica di Super Pippo.

Se dei segnali si erano intravisti anche nelle ritonda vittoria con il Castrovillari, nella gara di Coppa sono emerse tutte le lacune tattiche di questo Benevento. Reparti lunghi, zero filtro a metà campo, difesa a tratti imbarazzante sia per colpe dei singoli sia perché sovraesposta agli attacchi avversari.  Limiti che hanno fatto sì che, nonostante Maggio e compagni abbiano provato a raddrizzare i match, alla prima occasione venissero puniti dagli uomini di Brocchi. Le cose sono andate leggermente meglio con l’ingresso di Schiattarella e lo spostamento a sinistra di Tello. Accorgimenti che hanno permesso di aver maggior sostanza nella zona mediana del campo, con un centrocampista in più e un attaccante in meno (Improta). Ora sta al tecnico verificare se ci sono margini per trovare le giuste alchimie con questo modulo o virare sul collaudato 4-3-1-2 che, forse, meglio si addice anche per gli uomini a disposizione. Fatto sta che un primo, importante, campanello di allarme è suonato e non va sottovalutato. Ma di questo siamo sicuri, già le dichiarazioni post gara di Inzaghi hanno rassicurato in tal senso.

SINGOLI – Qui non si vuole far processi sommari a nessuno, né tantomeno dare giudizi definitivi dopo solo 90’ minuti di gioco. Di sicuro c’è, però, che alcuni calciatori hanno disputato una partita di troppo al di sotto delle loro possibilità. Tra questi c’è senza dubbio Luca Antei. L’ex Sassuolo è stato tra i peggiori in campo, se non il peggiore. Novanta minuti di confusione totale, in cui ha sbagliato anche le cose più elementari come un appoggio di testa al compagno più vicino, anche senza la pressione avversaria. Prestazione sottotono anche quella di Nicolas Viola, impreciso e confusionario nella prima parte di gara; assente ingiustificato nella seconda metà, quando con l’ingresso di Schiattarella ha finito per eclissarsi. La speranza è che per entrambi si tratti solo di difficoltà momentanee.

MONTIPO’ – Lorenzo Montipò merita una riflessione a parte. Siamo chiari dall’inizio: il Benevento non ha perso per colpa sua. Senza se e senza ma. Sarebbe troppo facile, oltre che ingiusto e non rispondente alla realtà fattuale, addossare tutte le colpe della sconfitta sul numero uno giallorosso.

Ma c’è un ma.  L’ex Novara, dopo le prime buone prestazioni appena rilevato Puggioni, è in netta fase calante. Anzi, sembra essere entrato in un tunnel dal quale non riesce ad uscir fuori; la disastrosa prova nella semifinale col Cittadella ha finito per allontanarne ancor di più la luce. Anche col Monza è risultato tra i peggiori in campo e corresponsabile almeno di un paio di reti ospiti. Purtroppo, dispiace dirlo per il ragazzo e per l’investimento fatto solo un paio di mesi fa dalla società, il portiere non sembra tranquillo e non sembra possedere quella personalità che ti consente di superare i momenti difficili. A ciò si aggiunga che l’ambiente giallorosso, inteso come tifosi, comincia a essere insofferente nei suoi riguardi. In ragione di ciò, urge una riflessione al riguardo. Riflessione che stando alle voci di radio mercato sono già in corso in casa Benevento.

NOTE LIETE – Le notizie positive dell’altra sera sono due. La prima riguarda la capacità di andare in rete dei sanniti che, comunque, hanno creato molto e anche per via di un Lamanna in stato di grazia non sono riusciti a ribaltare il risultato. Restano, comunque, tre le reti realizzate.

Altra notizia lieta è sicuramente l’ottimo impatto dei nuovi acquisti, Schiattarella su tutti. L’ex Spal ha mostrato una capacità di palleggio e una personalità di alto livello, facendosi, inoltre, apprezzare anche per un’ottima fase di interdizione. Molto bene anche Marco Sau e Oliver Kragl, entrambi andati vicino alla rete e parsi già con un buon affiatamento con il resto della squadra.  


Altre notizie
Mercoledì 13 Novembre 2019
19:00 NEWS BENEVENTO, DATE E ORARI DELLE SFIDE CON FROSINONE, CHIEVO E ASCOLI 18:51 NEWS SERIE B, LE DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO DOPO IL DODICESIMO TURNO 18:14 IN PRIMO PIANO PEDULLÀ SU BUCCHI: "A EMPOLI L'ENNESIMO FLOP DOPO SASSUOLO E BENEVENTO"
Martedì 12 Novembre 2019
08:40 NEWS EMPOLI, ESONERATO CHRISTIAN BUCCHI
Lunedì 11 Novembre 2019
23:36 IN PRIMO PIANO P. FOGGIA TRA RINNOVO DI CODA, MERCATO DI GENNAIO E ANEDDOTI SUL CONTRATTO DI CALDIROLA
Domenica 10 Novembre 2019
12:55 LE PAGELLE LE PAGELLE DI TB, J.STABIA - BENEVENTO 1-1: TUIA SU TUTTI, CALDIROLA INGENUO
Sabato 9 Novembre 2019
18:05 SALA STAMPA MONTIPÒ: "UNDICI CONTRO UNDICI SAREBBE STATA UN'ALTRA PARTITA" 17:53 SALA STAMPA INZAGHI: "BRAVI A REAGIRE E TROVARE IL PARI. IN PARITÀ NUMERICA..." 17:41 SALA STAMPA MAGGIO: "DOBBIAMO MIGLIORARE IN TRASFERTA PERCHÉ QUEST'ANNO VOGLIAMO ANDARE IN SERIE A" 17:09 IN PRIMO PIANO CODA: "BUON PARI. L'ESPULSIONE CI HA CONDIZIONATI" 14:44 IN PRIMO PIANO J. STABIA - BENEVENTO: LE FORMAZIONI UFFICIALI
Venerdì 8 Novembre 2019
23:08 IN PRIMO PIANO IL CROTONE RITORNA ALLA VITTORIA E PENSA GIÀ AL BENEVENTO. CORDAZ: "SAPPIAMO CHE A BENEVENTO..." 19:17 NEWS JUVE STABIA, I CONVOCATI: CASERTA RECUPERA UN EX GIALLOROSSO 18:31 IN PRIMO PIANO DAL 23 NOVEMBRE RITORNA "TOTALMENTE DIPENDENTE" 17:21 IN PRIMO PIANO BENEVENTO, I CONVOCATI DI INZAGHI PER IL DERBY: UNA SOLA ASSENZA
Giovedì 7 Novembre 2019
21:13 IN PRIMO PIANO VIGORITO: "LA SQUADRA VA SEGUITA SEMPRE, NON SOLO QUANDO SI DEVE FARE PASSERELLA" 17:30 IN PRIMO PIANO J. STABIA, MEZAVILLA: "BENEVENTO GRANDISSIMA SQUADRA" 14:05 SALA STAMPA INZAGHI: "CON LA J. STABIA VOGLIO UNA PROVA DI FORZA, IN TRASFERTA DOBBIAMO MIGLIORARE" 12:21 NEWS DESIGNATO L'ARBITRO DI JUVE STABIA - BENEVENTO
Mercoledì 6 Novembre 2019
17:30 NEWS J. STABIA - BENEVENTO, VIA ALLA PREVENDITÀ: INFO E MODALITÀ DI ACQUISTO DEI TAGLIANDI