LE PAGELLE DI TB - LIVORNO - BENEVENTO 2-0, LA PERDE BUCCHI, GIALLOROSSI NON PERVENUTI AL PICCHI: SI SALVANO SOLO IN TRE

di Gerardo De Ioanni
Vedi letture
Foto

Montipò 5: Responsabile su entrambi i gol dei toscani, prima gara insufficiente da quando ha guadagnato i gradi di titolare;

Tuia 6,5: Lui e Caldirola gli unici sufficienti tra le fila sannite. Ottime un paio di chiusure in diagonale alle spalle di Volta;

Volta 5,5: confermato perno centrale della difesa, prova a usare il fisico e l’esperienza; dal 56’ Viola 6: la sua entrata aumenta il tasso tecnico della mediana giallorossa, prova qualche giocata ma nulla di fatto;

Caldirola 6: lui, Tuia e il subentrato Viola gli unici a salvarsi;

Maggio 4,5: si fa sorprendere dall’inserimento di Gonnelli in occasione del raddoppio degli uomini di Breda, termina anzitempo il match, causa espulsione, lasciando i suoi in dieci;

Buonaiuto 5: un pesce fuor d’acqua, la sua peggior partita da mezz’ala, esce al termine della prima frazione. Dal 46’ Ricci: Bucchi gli chiede di spaccare la difesa amaranto con la sua tecnica, ma non incide sulla gara;

Crisetig 5: Da lui ci si aspetta di più. Nelle prime gara pur facendo il compitino aveva almeno raggiunto la sufficienza, quest’oggi affonda insieme ai suoi compagni di reparto;

Bandinelli 5,5 fatica più del solito, termina la gara terzino sinistro dopo l’espulsione di Maggio;

Letizia 5: confusionario, sbaglia molti passaggi (così come il resto della squadra) e tanti cross;

Insigne 5: inizia bene ma si spegne presto, senza risultare mai pericoloso; dal 70’ Armenteros 5,5 Anche lui piuttosto evanescente, ha il merito almeno di tirare in porta, colpendo un palo;

Coda 5: completamente annullato dai difensori del Livorno: non la prende mai;

Bucchi 4,5: ci sentiamo di dire che questa l’ha persa lui. Su un campo come quello dei toscani serviva un centrocampo di battaglia, invece lui sceglie di affidarsi alla tecnica dei vari Buonaiuto, Crisetig e Bandinelli. Facile parlare col senno del poi, ma questa era la partita dei Tello e dei Del Pinto.


Altre notizie