Bucchi nel post Cremonese - Benevento: "Oggi ho rivisto la mia squadra, siamo stati perfetti nell'atteggiamento. Sconfitta immeritata"

di Gerardo De Ioanni
Vedi letture
Foto

Mister Bucchi nel post partita Cremonese - Benevento, terminata con la sconfitta dei giallorossi per uno a zero:

PARTITA - "Sapevamo che gara ci aspettava, la Cremonese veniva da diversi risultati negativi, poi anche il campo non ci ha aiutati perché era impresentabile.

Siamo stati perfetti nell’atteggiamento e in ciò che dovevamo fare in base a ciò che avrebbe fatto e poi ha fatto la Cremonese.

Abbiamo avuto anche diverse occasioni, come quella di Antei nel primo tempo, quella di Ricci nella ripresa.

Ho ritrovato la mia squadra come atteggiamento. Già il pari ci andava stretto, una sconfitta è inaccettabile. Abbiamo perso conto una squadra che non han fatto un tiro in porta".

SCELTE – "Ieri nella rifinitura Tuia ha avvertito un problema all’adduttore e non era disponibile. Anche Gyamfi non era disponibile per un problema alla schiena. A metà campo Nicolas mi era piaciuto negli ultimi spezzoni e quindi ho pensato di metterlo dentro.

MINI CRISI - Non c’è una sola causa alle sconfitte. Sono due sconfitte completamente diverse: a Livorno non abbiamo giocato, oggi abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Abbiamo sempre fatto fatica a sfondare con squadre che si chiudono dietro, anche per le caratteristiche dei nostri attaccanti. Quando troviamo gli spazi intasati dobbiamo trovare soluzioni alternative come il doppio play. Questa squadra ha dimostrato nel tempo le proprie qualità e i propri difetti. L’aria di alta classifica ci fa male, ogni volta che ci avviciniamo, cadiamo. Probabilmente siamo destinati a soffrire.

Lo so che come i risultati positivi fanno crescere l’entusiasmo, così le sconfitte possono creare un po’ di depressione ma noi non dobbiamo farci condizionare. Oggi non abbiamo meritato la sconfitta. Dobbiamo essere equilibrati e non buttare all’aria mesi di lavoro. Ci vuole grande serenità e lavoro duro, come abbiamo sempre fatto. Senza guardare i risultati delle altre. Dobbiamo fare la corsa su noi stessi".

VOKIC – "Ho scelto lui perché per caratteristiche è quello che si avvicina di più a Viola".

VIOLA MEZZ’ALA – "Nicolas ha fatto bene, era la prima partita dopo tanto tempo. Non è assolutamente una bocciatura. Credo che l’anno scorso le migliori partite le ha fatte in quel ruolo".

ATTACCO – "Ci sono i periodi in cui la condizione fisica e mentale ti fa rendere meglio. Ci può stare un momento di appannamento. Stasera le difficoltà, - continua il mister ai microfoni di Ottochannel - credo, siano dovute all’atteggiamento dell’avversario. Non è facile giocare con una squadra tutta chiusa in difesa. Ahimè, hanno finito per spegnersi e non dimostrare le loro qualità".


Altre notizie