Viola: "Non possiamo perdere queste gare, mi dispiace. Il ruolo? Per il Benevento posso giocare anche in porta"

di Gerardo De Ioanni
Foto

Nel post gara, per analizzare la sconfitta odierna subita in casa della Cremonese, è intervenuto ai microfoni di Ottochannel il numero dieci giallorosso, Nicolas Viola. Queste le parole del centrocampista:

GARA  - "Sapevamo che era un campo ostico ma non possiamo perdere una partita del genere: mi dispiace.

Non so se è paura di vincere o cosa; anzi questa squadra non ha alcuna paura. Purtroppo sono arrivate due sconfitte che ci lasciano l’amaro in bocca. A volte è meglio portare a casa un punto che perdere. Sono convinto che questa squadra può lottare per grandi obiettivi, dobbiamo solo crederci".

STATO PERSONALE - "Ogni giocatore vuol giocare, io aspetto la mia occasione, così come oggi. Dispiace non aver contribuito a una vittoria. Sono un calciatore del Benevento e posso giocare anche in porta per il Benevento, non c’è alcun problema".

REAGIRE - "Non so cosa cambia questa sconfitta. So solo che dobbiamo reagire, la Serie B è così. Oggi è stata difficile, così come a Livorno, col Cittadella. Sono tutte gare difficili. Dobbiamo ritrovare serenità e fare il nostro campionato".

VERTIGINI – "Non sono d’accordo col mister sul fatto che questa squadra soffre di vertigini di alta classifica. Giocare per qualcosa di importante a me entusiasma, non vedo l’ora di scendere in campo per vincere le partite e i campionati".

PROSSIMA GARA - "Sicuramente lo Spezia verrà qui a dare battaglia e noi dobbiamo farci trovare pronti. Nessun ultima spiaggia, ci sono ancora tante gare".


Altre notizie