SEZIONI NOTIZIE

BENEVENTO-CROTONE, I VOTI DI ARTURO CIULLO

di Andrea Bardi
Vedi letture
Foto

Articolo di Arturo Ciullo

Scempio

Si consuma al Ciro Vigorito l’ennesima delusione di un girone di ritorno fallimentare per la squadra sannita, con un risultato che suona come un mesto addio alla categoria.

A nulla sono valsi gli incitamenti di una paziente ed innamorata Tifoseria e tutti i possibili “calcoli” per immaginare un finale diverso.

Uno scempio!

La Strega riesce anche in questa determinante gara a mostrare ancora una volta tutti i suoi limiti tecnici e tattici oltre che caratteriali. E pensare che di fronte c’era un Crotone già retrocesso, che non è mai apparso “ostico “, in una gara giocata per quasi 70 minuti in 10 e con il tecnico Cosmi che ha anche rinunciato ad alcuni giocatori importanti.

Gli uomini di Inzaghi, nonostante avessero di fronte la peggiore difesa del torneo, non sono riusciti ad andare oltre un pari che alla fine della gara ha scatenato l’ira di una tifoseria oramai stufa di tanti proclami e di un comportamento così insufficiente.

Il pensiero va al patron Vigorito, che mai avrebbe pensato ad un epilogo del genere o che, forse, ha commesso l’errore di non aver mai ascoltato la piazza o più di qualcuno che già aveva denunciato, nel corso dei mesi scorsi, i limiti tecnici e tattici della squadra sannita.

Davvero un gran dispiacere buttare alle ortiche un’occasione del genere, se solo si pensa alla grande opportunità che si era presentata a metà torneo, allorquando tante società annaspavano ed i sanniti avevano accumulato un considerevole vantaggio, tutto sprecato in un girone di ritorno da incubo in cui si è raccolto la miseria di 10 punti

A questo punto resta solo la speranza dettata dall‘esito della gara infrasettimanale tra Lazio e Torino; ma è sconfortevole fidare nelle disgrazie altrui perché possiamo, poi, sperare in un miracolo.

Attendiamo gli sviluppi, dopodiché accetteremo con la stessa dignità di sempre il risultato del campo. Resterà comunque la delusione che la squadra ha, ormai, generato nel cuore di tanti tifosi che, non lo ribadiamo fino alla nausea, non hanno potuto vivere “in presenza” la stagione agonistica.

Questo il mio personale giudizio sui partecipanti alla gara:

Montipò (s.v.): pomeriggio di assoluta tranquillità, per scarso impegno degli avversari. Ciononostante, siamo riusciti a subire ancora gol.

Depaoli (voto 5,5): in una gara dai toni agonistici bassi, stava finalmente riuscendo a fornire una prestazione sufficiente, ma un infortunio lo esclude anticipatamente.

Glik  (voto 5,5): fornisce una prova interessante in una giornata tranquilla. Fuori posizione nell’unica, fatale azione del Crotone.

Barba (voto 5): giustifico il suo utilizzo nel duo centrale solo per il fatto che è mancino. Non trovo altre spiegazioni. Va in seria difficoltà quando viene spostato a sinistra perché fatica ad arginare Ounas. Ancora una volta l’azione della rete subita nasce dalle sue parti.

Letizia (voto 6) sporca un’ottima prestazione perché in occasione della rete calabrese si fa anticipare con troppa facilità da Simy. Purtroppo è risaputo che non è un difensore (lo dico da 3 anni...). Bene invece in fase di costruzione ed appoggio.

Hetemaj (voto 6): cuore indomito, ma non è una novità.

Ionita (voto 6): gara di sostanza, e anche questa non è una novità. Esce per infortunio e ciò è stato determinate per i sanniti; evidente il calo di rendimento del comparto nella parte finale della gara.

Schiattarella (voto 3): gran parte dei tifosi è stufa del suo atteggiamento. Già il suo utilizzo è, di per sé, molto discutibile, lo è ancor di più l’averlo eretto a capitano, viste le sceneggiate a cui siamo stati costretti ad assistere. È un modesto calciatore. Il suo rendimento del girone di ritorno ha confermato la sua inadeguatezza per la categoria.

Insigne (voto 5): forse il tecnico (o chi lo sponsorizza ) vede in lui qualcosa che noi non riusciamo a vedere. Anche in una gara semplice, come questa, non riesce ad incidere se non per una conclusione che si stampa sulla traversa.

Caprari (voto 4,5): altra prova negativa. Si spiega perché non sia rimasto nel giro di squadre importanti.

Lapadula (voto 7): lotta come un leone e prova almeno lui ad onorare la maglia fino alla fine. Ancora una rete; da quando ha iniziato a giocare più per se stesso, ha ottimizzato il suo rendimento.

Subentrati:

Tuia (voto 6): si fa trovare pronto. Buona prova, ma non è bastata a non subire gol.

Improta (voto 5): continua la sua “ migrazione “; ormai ha dimenticato di essere un attaccante. Tanto lavoro per nulla.

Dabo (voto 6): buono l’impatto sulla gara, ma non riesce a dare stabilità al reparto che, col passare dei minuti, cade sotto il controllo dei calabresi

Gaich (s.v.): entra negli ultimi dieci minuti con lo scopo di tenere alta la squadra; non riesce mai a tenere palla o a farsi trovare nella giusta posizione. Ha da fare ancora tanta strada per rimanere nel calcio che conta.

Inzaghi (voto 3): in totale confusione tra moduli e scelte tecniche. Lo testimoniano le scelte effettuate sia prima che nel corso della partita. Al di là delle ansie trasmesse e dei tanti proclami inutili, nel girone di ritorno ha completamente perso il controllo di un gruppo già molto modesto di suo. Dovrà, ora, difendere i tanti sacrifici ed assumersi la responsabilità delle scelte; scegliere gli uomini giusti per lo spareggio di Torino, fidando nella serietà professionale degli uomini di Lotito impegnati nel recupero infrasettimanale con i granata.

La tifoseria è pronta ad accettare il verdetto del campo e ad  onorare gli avversari, ma vorrà prima di tutto apprezzare che i propri beniamini rispettino la maglia giallorossa, sudandola.

Forza Strega 91 !

Altre notizie
Martedì 15 giugno 2021
18:11 IN PRIMO PIANO UFFICIALE: FABIO CASERTA È IL NUOVO ALLENATORE DEL BENEVENTO CALCIO. PER LUI UN BIENNALE CON OPZIONE PER IL TERZO ANNO
Lunedì 14 giugno 2021
08:41 A MENTE FREDDA di D.Piro A MENTE FREDDA...EURO 2020. BUONA LA PRIMA!
Domenica 13 giugno 2021
11:30 LE PAGELLE EURO 2020: ITALIA-TURCHIA, LE PAGELLE DI ARTURO CIULLO
Mercoledì 09 giugno 2021
19:00 FOCUS di A.Bardi POCO PIU' DI 48 ORE AL FISCHIO D'INIZIO. E' FINALMENTE L'ORA DI EURO 2020. 11:39 LE PAGELLE BENEVENTO CALCIO: LA PAGELLA FINALE DI ARTURO CIULLO
09:03 A MENTE FREDDA di D.Piro A MENTE...GELATA: PENSIERI IN LIBERTA'
Lunedì 31 maggio 2021
19:29 IL PUNTO di M.Mulè BENEVENTO CALCIO, UNA RETROCESSIONE CHE FA ANCORA MALE! MA ADESSO BISOGNA VOLTARE PAGINA E PENSARE SOLO AL FUTURO
Sabato 29 maggio 2021
15:22 IN PRIMO PIANO PEPPE CALICCHIO E' IL NUOVO PRESIDENTE DELLA FIR CAMPANIA
Martedì 25 maggio 2021
06:46 A MENTE FREDDA di D.Piro A MENTE FREDDA… RESET TOTALE
Lunedì 24 maggio 2021
14:21 LE PAGELLE TORINO-BENEVENTO, VISTA DA ARTURO CIULLO
Mercoledì 19 maggio 2021
14:31 NEWS H24 "A tutti i tifosi della Strega da Nord a Sud ed alla Società Benevento Calcio": ferma presa di posizione degli Stregoni del Nord nei confronti degli "ignoranti" 08:59 NEWS H24 LA LAZIO NON SUPERA IL TORO: IL BENEVENTO TORNA IN SERIE B DOPO SOLO UNA STAGIONE
Martedì 18 maggio 2021
06:30 A MENTE FREDDA di D.Piro A MENTE FREDDA… BENEVENTO-CROTONE
Lunedì 17 maggio 2021
11:56 LE PAGELLE BENEVENTO-CROTONE, I VOTI DI ARTURO CIULLO 07:10 IL PUNTO di M.Mulè Clamoroso: il Benevento Calcio batte sé stesso... invece del Crotone! Ai giallorossi l'ultima illusoria speranza, legata ancora ai risultati altrui
Venerdì 14 maggio 2021
16:18 A MENTE FREDDA di D.Piro A MENTE FREDDA… ATALANTA-BENEVENTO
Giovedì 13 maggio 2021
17:01 LE PAGELLE ATALANTA-BENEVENTO, I VOTI DI ARTURO CIULLO 13:52 IL PUNTO di M.Mulè Benevento Calcio: come preventivato, arriva una sconfitta con l'Atalanta. Per la salvezza, oramai, resta soltanto un sottilissimo filo di speranza
Martedì 11 maggio 2021
07:57 A MENTE FREDDA di D.Piro A MENTE FREDDA… BENEVENTO-CAGLIARI 07:15 IL PUNTO di M.Mulè Giallorossi contro il calcio malato e le tv faziose: ma non diventi un alibi! Una (quasi) retrocessione di fatto "indotta" e ancor più dolorosa per Inzaghi e i suoi